Aspettavo la primavera per realizzarla: una ghirlanda di benvenuto intrecciata tra rosmarino, salvia, alloro, edera e lavanda.

Conoscevo la simbologia delle piante aromatiche e mi piaceva pensare di sistemare sulla porta un elemento augurale.

Cosi andando a spulciare un po tra riviste e romanzi scopro che potevo utilizzare

il rosmarino per augurare buona salute, l’alloro per allontanare i fulmini, la lavanda per festeggiare i bei ricordi e la salvia per apprezzare le virtù dei componenti la famiglia.

Dopo aver raccolto meticolosamente il rosmarino, procurato la lavanda, trovato della salvia con i suoi deliziosi fiorellini lilla mi accorgo di aver inondato il laboratorio di profumi.

In un attimo il tavolo da lavoro si era trasformato in un campo disordinato e laborioso e tra risate, un cioccolatino, un “passami le forbici” la  nostra creatura andava componendosi.

13015158_1122700771084817_7967895390441215587_nUna piccola sistemata al fiocco di lino grezzo, qualche filo di lavanda essiccata e uno sguardo d’intesa ci ha avvolto tutte.workshop ghirlanda

Lascia un commento

Tu cosa ne pensi?